Antica dimora della famiglia Del Trono, da cui il nome, il Palazzo è tra gli edifici podestarili più rappresentativi del centro storico di Cetraro. Nel 1983 l’intera struttura venne venduta al Comune di Cetraro dall’ultimo discendente della famiglia Don Ciro Del Trono, quest’ultimo insignito nel 1925 dal Re Vittorio Emanuele III del titolo di Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia.

fig. a - Palazzo Del Trono - facciata

Trascorsi alcuni anni dall’acquisto del Palazzo il Comune provvide ad avviare i lavori di consolidamento statico di tutti i locali e di ripristino dei caratteri stilistici dell’edificio che furono completati nel 1996. Situato in Piazza del Popolo e preceduto da un ampio selciato alberato il Palazzo mostra un’imponente architettura Neoclassica, ampliata nel 1894 e pertanto influenzata nelle decorazioni dallo stile eclettico dell’epoca ovvero dall’assemblaggio di motivi rinascimentali e barocchi.

L’elegante facciata guarnita da volute, girali, mensole e ringhiere finemente forgiate, presenta balconi sormontati da timpani semicircolari scanditi da paraste con capitelli di ordine ionico nella sezione inferiore del prospetto e corinzio in quella superiore.

Due robuste magnolie precedono l’ingresso principale segnato da un ampio portone provvisto di lucernaio a raggiera in ferro battuto e portale in tufo di Fuscaldo con arco modanato sormontato dallo stemma della famiglia Del Trono composto da uno scudo sannitico cimato da un elmo crestato posto di profilo. Lo stesso è ripetuto ornato da svolazzi in un affresco eseguito sulla volta dell’androne dove campeggia insieme alle iniziali di Vincenzo Del Trono che nel 1791 edificò il Palazzo.

fig. b - Palazzo Del Trono - Portale

Considerato un vero e proprio contenitore culturale, oggi il Palazzo ospita al suo interno diverse istituzioni,   tra queste il Museo Cartografico che insieme alla Biblioteca Civica ricca di volumi antichi occupano le sale al 1° piano, l’Università Telematica Giustino Fortunato di Benevento al 2° piano ed il Museo Archeologico dei Brettii e del Mare allestito nelle sale del sottotetto al 3° piano.

fig. 118 Palazzo Del Trono - Sala Congressi

All’interno del notevole complesso sono disposti inoltre vari spazi culturali, come la Sala Mostre Temporanee abitualmente impiegata per la realizzazione di eventi espositivi ed artistici di vario genere; la Sala Congressi munita di ogni comfort e spesso richiesta per la presentazione di libri, conferenze, seminari, lezioni frontali; la Sala di Rappresentanza utilizzata per la celebrazione dei matrimoni con rito civile ed infine, nella parte tergale dell’edificio è presente un rigoglioso Giardino sede nel periodo estivo degli eventi culturali organizzati dall’Amministrazione Comunale in quanto dotato di un palco in pianta stabile ed una tribuna a semicerchio capace di ospitare circa 200 persone.

fig. d - Palazzo Del Trono - Giardino