Chiesa di San Nicola – Statua Immacolata Concezione

La scultura lignea, probabilmente risalente al XIX secolo, raffigura la Vergine secondo la tradizione iconografica dell’Immacolata Concezione derivata a sua volta  dalla descrizione fatta da Giovanni nel Capitolo 12 del Libro dell’Apocalisse. Pertanto è rappresentata in piedi su una nuvola circondata da cherubini, con le mani giunte in segno di preghiera mentre con i piedi soffoca il serpente, simbolo del peccato originale. Giovane e delicata nei lineamenti del viso, la Vergine indossa una sottoveste rosa, colore che indica universalmente l’amore perfetto, ed una veste bianca, segno di purezza stretta in vita da una fascia decorata da bordure dorate e motivi vegetali.  Un ampio manto azzurro, adornato in più punti da stelle, avvolge morbidamente la figura, quest’ultima caratterizzata da un leggero ancheggiamento che sembra richiamare lo stile della scultura partenopea. Dalla nuvola spunta la mezza luna simbolo di castità. L’opera, posta precedentemente sull’altare della Chiesa di San Zaccaria, un tempo dedicata all’Immacolata Concezione ed oggi chiusa al culto, è realizzata in legno e cartapesta ed è alta 130 cm.

 

IMG_4333