Sezione Archeologica (Il Medioevo) – Sala VIII – Vetrina 14

Sul ripiano superiore sono esposti frammenti di ceramica provenienti quasi tutti dal centro storico di Cetrato, ascrivibili per tipologia al basso medioevo ed alla piena età moderna. I frammenti 2, 3, 4 e 5, si riferiscono al tipo di ceramica generalmente prodotta tra l’XI ed il XIII secolo, caratterizzata da una semplice decorazione dipinta a vernice rossa o bruna con motivi geometrici e linee sinuose riecheggianti schemi di ispirazione siculo-araba. Tale tipologia di ceramica, ampiamente diffusa in Italia centro-meridionale, risulta particolarmente documentata in Calabria nelle località costiere dotate di porti o approdi, ovvero, laddove un tempo avvenivano scambi commerciali, appunto Cetraro, Tropea, Nicotera, Palmi, Bagnara, Locri, Gerace ecc. . In una più vasta indagine comparativa, invece, il tipo di ceramica esaminato trova confronto con il vasto repertorio di frammenti ceramici bassomedievali rinvenuti nelle diverse località marittime della Campania, specie con quelli ritrovati a Salerno presso il Castello di Arechi. Del restante gruppo di frammenti esposti costituito da ceramica invetriata e smaltata, si mostrano databili al periodo post-medievale i frammenti 6 e 7, ed ai secoli XVII e XVIII i frammenti 8, 9, 10, di anse a torciglioni pertinenti a brocche prodotte all’epoca un po’ ovunque. Infine, alle medesime epoche sono assegnabili i frammenti 11 e 12.

 

piede e fondo di vaso non identificato decorato a vernice bruna

piede e fondo di vaso non identificato decorato a vernice bruna

 

_DSC1455_DSC1459

 

frammenti di ceramica decorata a vernice rossa

 

_DSC1446 _DSC1447

frammenti di ceramica invetriata e smaltata