Museo dei Brettii – Sala II – Vetrina 4

Gruppo di tre spiedi con verga a sezione quadrangolare e presa appiattita di forma triangolare arrotondata; coppia di alari costituiti da lamina sottile a sezione rettangolare ripiegata verso l’alto alle due estremità, con parte terminale che si assottiglia e si piega ad ‘S’, fissata, mediante l’ausilio di un piccolo chiodo, su una coppia di sostegni frammentari a forma di ‘U’ rovesciata.  Si tratta del set in piombo legato al banchetto di carne, attestato in ben tre delle dieci tombe integre rinvenute, rispettivamente la tomba 1, la 4 e la 12). Gli spiedi (in genere tre o quattro) e la coppia di alari riproducevano simbolicamente gli utensili di uso quotidiano connessi al banchetto e nello specifico al rito della cottura della carne: nel caso specifico la funzione simbolica è confermata dal fatto che essi sono spesso di dimensioni miniaturistiche ed in piombo.

   _DSC1264 copy               _DSC1255 copy