De materia medica : il Dioscoride di Napoli : Ms. ex-Vindobonense greco 1 (sec. 6.-7.).

DIOSCORIDES, Pedanius

De materia medica : il Dioscoride di Napoli : Ms. ex-Vindobonense

greco 1 (sec. 6.-7.).

                                            

[Sansepolcro], Aboca, 2013.

 

2 volumi : ill. ; 34 cm.

 (BNCS  Rari  C 1131-2)

 

 

De Materia medica (περ λης ατριχς)

 

“La monumentale opera, ripartita   in cinque libri, comprendeva tutti i medicinali tratti dai tre regni della natura, così distribuiti: spezie, unguenti e oli (l. I), materia animale e varie specie di ortaggi, cereali e legumi (l. II), erbe e radici (Il. III-IV) e infine vini e minerali (l. V).  Un’ulteriore suddivisione distingueva i farmaci in astringenti, lassativi, diuretici, afrodisiaci, ecc.

La nota più interessante dell’opera dioscoridea consisteva nell’originale disposizione della materia, basata su criteri scientificamente più validi di quelli comunemente adottati dai predecessori, in particolare l’ordinamento alfabetico di Crateuas e quello fondato su contrassegni esteriori di Sextus Niger.

Ma, per grande che fosse la fortuna di Dioscoride nell’antichità, il testo del De Materia medica non sfuggì a numerosi tagli e interpolazioni, come l’addizione di due nuovi libri (περ δηλητηρίων φαρμάχων, περ ορλων), e presto circolò anche un rifacimento alfabetico a uso dei medici.

 Non risulta invece che nel mondo latino l’enciclopedia dioscoridea godesse di molta fama, probabilmente perché oscurata dalla diffusione della Naturalis historia del contemporaneo Plinio il Vecchio. Il solo autore latino che lo nomini è infatti Gargilio Marziale”.