Museo dei Brettii – Sala I – Vetrina 2

Sostegno di specchio a forma di statuetta in bronzo. E’ un personaggio femminile vestito di peplo, con l’apotygma che scende poco sotto la vita. Il vestito lascia  nude le braccia, all’altezza delle quali sono aggrappate delle pieghe verticali, mentre il seno, modellato, spicca sotto la stoffa resa morbida da tre onde orizzontali ribassate. Sul ventre la veste si appiattisce. La parte inferiore è resa a fitti risvolti verticali che sul lato sinistro formano un ricco sbuffo di pieghe e fanno pensare ad una cucitura interna del vestito. Sulle spalle poi sono rese nettamente le aperture del peplo. Il tipo di stoffa è reso con puntini incavati. La veste lascia aperti sia anteriormente sia posteriormente i piedi. La fanciulla insiste sulla gamba destra, mentre la sinistra flessa poggia sul piede leggermente arretrato. I capelli sono bipartiti sulla fronte a grosse ciocche; la chioma è coperta da un velo. Il braccio destro è steso in avanti, ma manca la mano sinistra, che forge stringeva un oggetto. Il volto è  dolce e bonario, il bulbo oculare ben pronunciato, netta la linea di profilo del naso, carnose le labbra e paffuto il viso. Collo vigoroso e massiccio. Grossolanità nelle braccia e nei piedi. Si tratta di un originale esemplare di sostegno di specchio di probabile produzione locrese, databile alla fine del V sec. a.C.

 

fig. 77 Sostegno di specchio in bronzo